7 Vantaggi del riciclaggio

News
7. Sep 2021
61 visite
7 Vantaggi del riciclaggio

Con la nuova normativa rifiuti 2020, c’è una rinnovata attenzione sul riciclaggio rifiuti in Italia. Ecco un promemoria del perché il riciclaggio è una cosa così buona, per te e per il pianeta.

Il riciclaggio è fondamentale per la salute futura del nostro pianeta. Ecco 7 motivi per cui …

Conservazione delle risorse naturali

Le risorse naturali del mondo sono limitate e alcune scarseggiano.

Il riciclaggio di carta e legno consente di salvaguardare alberi e foreste. Sì, puoi piantare nuovi alberi, ma non puoi sostituire la foresta pluviale vergine o gli antichi boschi una volta persi.
Riciclare la plastica significa creare meno plastica nuova, il che è sicuramente una buona cosa, soprattutto perché di solito è composta da idrocarburi fossili.
Riciclare i metalli significa che c’è meno bisogno di attività minerarie rischiose, costose e dannose e di estrazione di nuovi minerali metallici.
Il riciclaggio del vetro riduce la necessità di utilizzare nuove materie prime come la sabbia: sembra difficile da credere, ma le scorte di alcuni tipi di sabbia stanno iniziando a scarseggiare in tutto il mondo.

Protezione degli ecosistemi e della fauna selvatica

Il riciclaggio riduce la necessità di coltivare, raccogliere o estrarre nuove materie prime dalla Terra.

Ciò a sua volta riduce le ripercussioni dannose che vengono arrecate al mondo naturale: meno foreste abbattute, fiumi deviati, animali selvatici danneggiati o spostati e meno inquinamento di acqua, suolo e aria.

E, naturalmente, se i nostri rifiuti di plastica non vengono raccolti e reciclati, possono essere spazzati via etrascinati in fiumi, mari e finire a centinaia di miglia di distanza, inquinando le coste e i corsi d’acqua e diventando un problema per tutti.

Ad esempio sempre più spesso vediamo bottiglie di plastica e altri rifiuti su spiagge disabitate: ricicliclare è anche un obbligo morale.

Riduzione della domanda di materie prime

Come detto prima, la crescente domanda mondiale di nuovi prodotti ha portato un maggior numero di persone più povere (ad esempio, quelle che vivono nelle foreste o nei sistemi fluviali) espropriati dalle loro case o altrimenti sfruttate da multinazionali. Le comunità forestali possono ritrovarsi sfrattate a causa della ricerca di legname a buon mercato e i corsi dei fiumi possono essere inquinati dai rifiuti di produzione.

È molto meglio riciclare i prodotti esistenti che danneggiare la comunità di qualcun’altro o la terra alla ricerca di nuove materie prime.

Risparmiare energia

Realizzare prodotti con materiali riciclati richiede molta meno energia rispetto ad una produzione ex novo. Ad esempio:

La produzione di nuovo alluminio da un vecchio prodotto (ad esempio le comuni lattine delle bibite) utilizza il 95% di energia in meno rispetto a produrlo da zero. Mentre per l’acciaio il risparmio energetico si aggira sul 70%.
La produzione di carta da pasta di cellulosa (carta reciclata) utilizza il 40% di energia in meno rispetto alla produzione di fibre di legno vergini.
La quantità di energia risparmiata dal riciclaggio di una bottiglia di vetro potrebbe alimentare una vecchia lampadina da 100 watt per 4 ore ed molte molte ore in piu con le nuove lamadine a LED a basso consumo.

Riduzione delle emissioni di carbonio che cambiano il clima

Poiché il riciclaggio significa che è necessario utilizzare meno energia per l’approvvigionamento e la lavorazione di nuove materie prime, comporta minori emissioni di carbonio. Mantiene anche i rifiuti che potenzialmente rilasciano metano fuori dalle discariche.

La riduzione del biossido di carbonio e di altri gas serra emessi nell’atmosfera è vitale per fermare il cambiamento climatico disastroso.

Più economico della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti

Il consiglio di Lambeth di Londra ha sottolineato nel 2017 che “è 6 volte più economico smaltire i rifiuti riciclati rispetto ai rifiuti generici”. Quindi, più ricicli e meno metti nella spazzatura, più soldi vengono risparmiati, il che dovrebbe essere un bene per le famiglie, le imprese e i servizi pubblici locali.

Anche il riciclaggio dei rifiuti alimentari e dei rifiuti verdi è un’ottima idea, poiché spesso genera un sacco di prezioso compost che può essere utilizzato per coltivare più cibo e altre colture.

Creazione di posti di lavoro

Uno studio ha calcolato che almeno 50.000 nuovi posti di lavoro nel Regno Unito potrebbero essere creati entro il 2025 nel caso riescano a raggiungere l’obiettivo di riciclare il 70% dei rifiuti (oggi è circa il 45%). Ambizioso ma non impossible.

Circa 30.000 dei nuovi posti di lavoro sarebbero nel riciclaggio diretto, con circa 20.000 in più nelle catene di approvvigionamento e nell’economia in generale.
In caso di dubbio, ricorda quelle tre R: Riduci, Riutilizza, Ricicla

La verità è che tutti dobbiamo prendere l’abitudine di usare meno cose in primo luogo. E le cose che usiamo dovrebbero essere riutilizzate o vendute sui mercatini d’usato, prima di essere riciclate, per ridurre al minimo gli sprechi . Ciò aiuterebbe in modo significativo la risposta alla sfida globale della gestione dei rifiuti, che ha visto molti paesi del Sud del mondo assumersi ingiustamente la responsabilità di gestire i rifiuti dei paesi del Nord del mondo. La questione di cosa fare con i rifiuti è una questione che i governi non possono ignorare.

È importante unire i nostri sforzi per gestire i nostri rifiuti con un aumento delle richieste di un’azione più dura da parte del governo per ridurre i rifiuti di plastica.

Commenti

Nessun commento, commenta per primo !

Inserisci un nuovo commento

Devi accedere per commentare. Accedi