Come fare un CV efficace

Come fare
22/11/2021
287 visite
Come fare un CV efficace

Come creare un buon cv per trovare facilmente un lavoro? Quando si tratta di cercare lavoro, un buon CV è fondamentale. Fai le cose nel modo giusto, e avrai un colloquio in pochissimo tempo, ma fallo male, e potresti essere respinto senza nemmeno arrivare alla fase del colloquio.
Il CV va personalizzato in base all’offerta di lavoro per la quale ti candidi, perché devi mostrare solo le tue competenze adatte alla posizione per cui stai facendo domanda in quel momento, anche se tutti i tuoi Cv avranno una struttura simile.
Questa guida ti mostrerà come creare un buon CV per ottenere facilmente un lavoro.

Cos’è un CV?

Il CV, abbreviazione di 'Curriculum Vitae', è un documento di marketing personale usato per venderti a potenziali datori di lavoro. Dovrebbe parlargli di te, della tua storia professionale e delle tue capacità, abilità e risultati. In definitiva, dovrebbe evidenziare perché sei la persona migliore per il lavoro. Un CV è richiesto quando si fa domanda per un posto di lavoro. Oltre al tuo CV, i datori di lavoro possono anche richiedere una lettera di accompagnamento e un modulo di domanda compilato.

Cosa includere nella creazione di CV perfetto

La parte della struttura di un CV è flessibile, piegandosi al tue tue competenze ed esperienze personali, poi ci sono sezioni particolari nelle quali i datori di lavoro si aspettano di vedere sul tuo CV a prescindere. Ecco le sezioni che devi includere obbligatoriamente nel tuo CV:

Nome, titolo professionale e dettagli di contatto La prima parte del tuo CV, posizionata nella parte superiore della pagina, dovrebbe contenere il tuo nome, il titolo professionale e i dettagli di contatto. In nessuna circostanza dovresti intitolare il tuo curriculum vitae con 'curriculum vitae' o 'CV' in quanto è uno spreco di spazio prezioso. Considera invece il tuo nome come titolo.
Quando si tratta dei tuoi dati di contatto, il tuo indirizzo email e il numero di telefono sono essenziali. Devi semplicemente elencare la tua città e la provincia di provenienza, senza indicare l’indirizzo completo come si usava un tempo.
Se lo desideri, puoi anche includere un link al tuo profilo LinkedIn in questa sezione – ma solo se è aggiornato! Attenzione al tipo di lavoro: in quelli che hanno a che fare con il marketing, di qualunque tipo, spesso è bene aggiungere un link al proprio profilo Facebook/Instagram, ma solo se seguito da molti followers.

Profilo personale Un profilo personale, noto anche come dichiarazione personale, obiettivo di carriera e profilo professionale, è uno degli aspetti più importanti del tuo CV. È un breve paragrafo che si trova appena sotto il tuo nome e i dettagli di contatto che danno ai potenziali datori di lavoro una panoramica su chi sei e su cosa stai facendo. Dovresti adattare il tuo profilo ad ogni lavoro per cui fai domanda, evidenziando le posizioni lavorative precedenti nello stesso ruolo o nelle quali hai sviluppato competenze tali da poterti rendere qualificato. Una cosa che in pochi fanno, ma che è molto efficace, è una breve presentazione di sé, che deve essere breve, non più di poche frasi e mai aggressiva. Quello che dovresti inserire è la risposta a queste domande: Tu chi sei? Cosa puoi offrire alla compagnia? Quali sono i tuoi obiettivi di carriera?
Sempre in questa sezione va la tua esperienza e storia lavorativa.
La sezione della tua storia lavorativa ti offre l’opportunità di delineare i tuoi precedenti lavori, stage ed esperienze lavorative. Elenca la tua esperienza in ordine cronologico inverso in quanto il tuo ruolo recente è il più rilevante per il datore di lavoro. Quando si elencano le posizioni occupazionali, indicare il titolo del proprio lavoro, il datore di lavoro, le date in cui ha lavorato e una riga che riepiloga il ruolo. Quindi punta alle tue responsabilità chiave, alle tue abilità e ai tuoi risultati, e rafforza ogni punto con potenti verbi e figure per supportare ogni affermazione e mostrare il tuo impatto.

Aiuta a scegliere le mansioni più rilevanti per il lavoro che stai richiedendo, specialmente se è una lunga lista. Se hai molti anni di esperienza, puoi ridurre i dettagli di ruoli vecchi o irrilevanti. Se hai posizioni da più di 10 anni fa, puoi eliminarle.

Istruzione e qualifiche Come la sezione dell’esperienza, la tua educazione dovrebbe essere elencata in ordine cronologico inverso. Includi il nome delle istituzioni e le date in cui sei stato, seguito dalle qualifiche e dai voti ottenuti. Se hai una laurea, potresti elencare alcuni degli esami, incarichi o progetti più rilevanti.
Per i professionisti che sono un po’ più avanti nella loro carriera, o hanno molti certificati nel loro repertorio, puoi presentare le tue qualifiche in questo modo: Qualifica, grado - Istituzione - Anno

C’è una gamma di sezioni aggiuntive che possono rafforzare il tuo CV e mettere in evidenza le tue abilità. Qui ci sono solo alcuni punti che puoi includere se hai spazio.

Competenze chiave - Se stai scrivendo un CV funzionale, o hai alcune abilità che vuoi mostrare immediatamente al datore di lavoro, inserisci una sezione delle competenze chiave sotto il tuo profilo personale. Dovresti mirare a dettagliare al massimo quattro o cinque abilità.

Le lingue - Se puoi parlare o scrivere una lingua diversa dall’inglese, dovresti sicuramente includerla nel tuo CV insieme a un’indicazione di quanto sei fluente – di base, colloquiale, intermedio, fluente, bilingue o nativo.
Potresti non pensare che una lingua aggiuntiva sia rilevante per il tuo lavoro, ma nel mercato globale odierno è probabile che sarai in contatto con uffici aziendali, fornitori e clienti internazionali.
Anche se raramente ti viene richiesto di utilizzare un’altra lingua nel tuo ruolo quotidiano, le abilità comunicative sono fondamentali
in qualsiasi lavoro e l’aggiunta di un’altra lingua al tuo CV può essere vista solo positivamente.

Competenze IT - Questa sezione viene spesso omessa, ma non devi essere un guru dell’IT per includere alcune competenze IT sul tuo CV. Per i ruoli amministrativi, la padronanza del pacchetto Microsoft Office è un must.
Per altri ruoli ci sono sistemi specifici del settore, ad esempio AutoCad per architetti e grafici.
Tuttavia, non includere applicazioni su misura che sono state sviluppate per uso interno – avranno poca rilevanza al di fuori della vostra attuale organizzazione e potresti anche commettere un reato sul copyright.

Hobby e interessi - se ritieni che il tuo CV manchi, puoi aumentare il tuo documento inserendo una sezione di hobby e interessi alla fine. Stai attento però; evitare di elencare gli hobby che non aggiungono valore al tuo CV o sono addirittura in contrasto con la figura di te che hai dipinto. Attingi a interessi che ti fanno risaltare o sono rilevanti per il lavoro.

Dai un'occhiata ai CV online pubblicati sul nostro sito nella sezione lavoro, troverai dei suggerimento per migliorare il tuo! ;)

Scarica gratis CV fac simile europeo formato .doc - formato .pdf

Commenti

Veronica
Veronica il 15/01/2022
Visto gli ultimi CV che ci arrivano, consiglierei ai candidati di non scrivere di aver completato 'vari progetti' o 'lavori di vario tipo' sarebbe meglio non aggiunge nulla di questo genere su un curriculum! Personalmente non mi sembra una bella presentazione! Meglio meno, ma chiaro.

Inserisci un nuovo commento

Devi accedere per commentare. Accedi
Nuovi commenti
Visto gli ultimi CV che ci arrivano, consiglierei ai candida...
Come fare un CV efficace
Ottimi consigli, comunque devo dire che su altri siti di ann...
Sicurezza sugli acquisti usato...
Complimenti per il servizio, molto semplice da usare ed ho a...
Vendere casa senza agenzia
Scroll to top