20 €
Coding

Milano (MI)
Offerte di lavoro
  ID54038
  3 sett. fa
  16 visite

20 €
Coding

Milano (MI)
Offerte di lavoro
  3 sett. fa
 16
Salva

Descrizione

Sono Mary e lavoro nel settore di educazione e formazione. Mi sono laureata in scienze pedagogiche all’università degli studi di Torino. Dopo essermi laureata ho insegnato per 8 anni nella scuola dell’infanzia e contemporaneamente ho lavorato anche con bambini della scuola elementare e adolescenti.

il periodo del lockdown mi ha portato a scoprire il potenziale della tecnologia e l'importanza di saper usare bene il computer e capire il linguaggio di questa macchina,ormai i nostri bambini sono immersi in mondo di computer e oggetti elettronici “ pensanti “.e il rischio per il bambino consiste dunque, in una potenziale passività rispetto al computer e,di fatto nell’ assenza di prospettiva attiva,disincantata ,concreta,pragmatica,trasformativa,nei confronti delle macchine.il coding( pensiero computazionale) è un abilità che può essere accompagnato delle tecnologie con attenzione rispetto sempre età e sviluppo cognitivo del bambino.

ho seguito il miglior corso di coding per bambini (le basi fondamentali dell’informatica) e me ne sono appassionata al punto di capire l’importanza di insegnarlo, ma soprattutto, ho realizzato che non si tratta solamente di informatica, è molto di più.
Ho colto come occasione per insegnare attraverso le mie competenze professionali il “coding” nella scuola d'infanzia dove lavoro e ho capito quanto sviluppa il pensiero logico-creativo.

Qui in breve vi spiego cos’è il pensiero computazionale (coding)

quando utilizziamo il termine “sistema computazionale” ci riferiamo ad una strategia di pensiero chiara, logica e operativa, che si utilizza per risolvere problemi, anche quotidiani, in modo personale e creativo, grazie alla pianificazione di una strategia d'azione

Ma andiamo un po' indietro nel tempo. In particolare, è stata la scienziata informatica Jeannette Wing a portare all'attenzione della comunità scientifica il termine "coding" in un articolo del 2006 e a definirlo quarta abilità di base insieme a leggere, scrivere e contare, indispensabile per tutti, perché utile nella vita quotidiana.
Dunque, attualmente è possibile intendere il coding come una nuova lingua, che consente nel "dialogare" con il computer al fine di dargli, in modo semplice, dei compiti e dei comandi.

Questo significa che, se i bambini giocano a programmare, imparano, al tempo stesso, ad adoperare la logica per risolvere problemi e a sviluppare il "pensiero computazionale", ossia un processo logico-creativo che permette di scomporre un problema complesso in diverse parti, per affrontarlo, più facilmente, un pezzettino alla volta.

Quindi, attuando il coding, anche i bimbi potranno risolvere problemi "da grandi" e divenire così protagonisti attivi della tecnologia, realizzando, ad esempio, un piccolo videogioco in pochissimo tempo.

Dai 6 anni in su, con il computer o il tablet, i bambini possono fare giochi ed esercizi interattivi per far realizzare ai personaggi sullo schermo le azioni necessarie al raggiungimento di un obiettivo. Nella fattispecie, è necessario spostare mattoncini, oggetti, blocchi sul monitor, realizzando una sequenza che consente al personaggio di completare il livello.
Ogni "blocco" equivale ad un codice in JavaScript, ovvero uno dei linguaggi di programmazione più adoperati, che in tal modo non vi sarà, però, bisogno di digitare nulla.
Esistono differenti esercizi per sviluppare questo pensiero, che, ovviamente, si differenziano in relazione all'età dei bambini. In età prescolare (fino ai 5/6 anni), quando ancora occorre acquisire capacità di lettura e di scrittura, si può agire solo dal punto di vista manuale e iconico.
Dal 2015, quindi, sono stati dati alle scuole strumenti per fornire, attraverso giochi e attività di gruppo, agli studenti i concetti principali dell'informatica ed entro il 2022 il coding sarà obbligatorio in tutte le scuole dell'infanzia e primaria (Mozione n. 1- 00117 del 12 marzo 2019), in conformità alle Indicazioni nazionali per il curricolo.
Coding scuola infanzia
I primi fondamenti di coding possono essere appresi già alla scuola dell'infanzia: giocando, i bambini imparano a programmare e a sviluppare il " pensiero computazionale", quindi a mettere in atto in modo creativo tutti quei processi che servono a risolvere e superare un ostacolo. Si possono, ad esempio, costruire dei percorsi usando del nastro adesivo colorato sul pavimento dell'aula o del corridoio, oppure giocare sul quaderno facendo scegliere il percorso che deve fare Cappuccetto Rosso per evitare di incontrare il lupo.
Coding scuola elementare:
alla scuola primaria i bambini possono essere coinvolti in attività di coding sempre più complesse, come ad esempio la creazione di un gioco.
Settore: Formazione - Istruzione

Contatta mary

    Accedi per contattare l'utente, in modo comodo, veloce e sicuro.
    Per proteggerci da attività vietate, potremmo controllare il tuo messaggio prima che venga inoltrato al destinatario e, se necessario, bloccarlo.

    Commenti

    Nessun commento è stato ancora aggiunto, commenta questo annuncio per primo!
    Inserisci commento

    Inserzionista

    mary
    mary
    1 annunci pubblicati
    Privato
    Inserzionista non registrato
    Contatta

    Ubicazione

    20121 Milano (MI)

    Acquista in sicurezza!

    Non effettuare un pagamento fino a quando non hai incontrato il venditore, visto e firmato un contratto d'acquisto. Nessun inserzionista serio chiede un acconto prima di incontrarsi. Ricevere un'e-mail con un documento non significa identificare il mittente.
    Coding Coding
    20 € Coding ✍ mary
    Scroll to top